Sviluppati partendo da un idea in parte frutto della nostra continua osservazione delle barche che vediamo nei porti dove ci rechiamo a lavorare, ed in parte dall’idea di un nostro cliente, questi tendalini si montano appendendoli semplicemente al boma ai suoi due estremi centrali, generalmente sui golfari esistenti o con utilizzo di nastri che avvolgono il boma, mentre, sfruttando i due tubi in alluminio sagomati che steccano la tela, si fanno a passare ai quattro angoli, sulle draglie nei pressi delle sartie o di un candeliere, e sul pulpito di poppa, gli elastici tenditori che, muniti di moschettone, si agganciano in ritorno sulla tela stessa.

Il tendalino ovviamente, può essere anche appeso verso poppa, al paterazzo. I suoi unici limiti sono il trasto di randa ed appunto il paterazzo, singolo o doppio che sia.

Questo tendalino è dedicato in particolare, a tutti gli armatori che pur sentendo la necessità di avere una copertura sul pozzetto, non amano i bimini, con tutte le loro strutture, tiranti ecc.

Un’unica raccomandazione ci sentiamo di farvi, ed è quella di prestare molta attenzione proprio agli elastici, quando questi si devono tendere per farli agganciare alla tela, sia in fase di montaggio che di smontaggio.

 

E' possibile comunque su richiesta, confezionare la predisposizione di questi attacchi, realizzati in tessile anziché in corda elastica. La differenza tra i due sistemi è solo quella di perdere un po' di velocità nel montaggio.

 

 La piacevolissima vista di questo comodo tendalino steccato

 

 

Questo nuovo sistema di confezionamento, ci permette quindi di ottenere molteplici benefici, quali:

 

  • Il tendalino sostituisce ed ottempera ottimamente almeno in parte, al servizio svolto da un bimini top, da molti spesso non gradito.
  • Il telo risulta perfettamente teso ed essendo steccato non si abbassa ai lati sul pozzetto limitandoci in altezza, specie in corrispondenza delle sedute.
  • Il telo non è soggetto a grandi oscillazioni anche in caso di groppi improvvisi di vento, ed in ogni caso, gli elastici utilizzati provvedono ad ammortizzare tutti gli scuotimenti.
  • Il tendalino si monta e soprattutto si smonta in meno di due minuti, il tutto con estrema facilità.
  • La sagomatura da noi studiata, ottenuta dimando opportunamente il telo, ci consente di avere un insieme estetico - pratico a tendalino montato, di grande effetto, cosa che sicuramente non passa inosservata.
  • Il tendalino viene consegnato già predisposto con una cerniera apribile sul lato di poppa, per favorire l'eventuale applicazione di un telo aggiuntivo.
  • La sua particolare forma, consente di utilizzarlo anche in navigazioni a motore leggere, infatti, non ci sono grossi impedimenti nei passaggi verso prua e men che meno a poppa. Inoltre la visuale laterale non è mai compromessa come nel caso di un tendalino classico a capanna.
  • Il tendalino può essere confezionato sia in versione esclusivamente "para sole", in cotone leggero naturale, che nella versione pesante ed impermeabile in tela olona, sempre di colore ecrù. Sconsigliamo l'impiego di colori diversi, anche se è sempre possibile confezionarli in altri colori, per garantire sempre una certa freschezza al tendalino.

Questo inedito sistema di confezione, ci permette di preparare i tendalini, oltre che a misura come è nostra tradizione, anche in alcuni modelli di dimensioni prefissate e standard, riuscendo così a contenere i costi finali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come rilevare le misure per un tendalino steccato Bgv Torino:

 

Il rilievo di queste misure di questi tendalini steccati è molto semplice da eseguire. Il suggerimento è quello di munirsi oltre che di un metro, di un rotolo di nastro adesivo di carta, con il quale fissare sulla barca dei punti fermi di misura. Cominciate con il misurare la disponibilità di spazio in asse barca, senza impedimenti, tra il trasto ed il fine boma. Nel caso voleste che il tendalino si estendesse oltre il fine boma verso il paterazzo, e fosse quindi sorretto dallo stesso, misurate questa distanza. In pratica, quanto volete che sia lungo il vostro tendalino.

Misurate ora la metà larghezza che vorreste per il vostro nuovo tendalino, dal boma verso la murata, tenendo conto che questa dovrebbe essere inferiore di circa 50 - 60 cm del reale, questo per poter dare la possibilità alle ali laterali di inclinarsi.

Misurate infine, la distanza ipotetica che esisterebbe tra i quattro angoli del tendalino ed i suoi punti di ancoraggio, rispettivamente sulle draglie a prua e sul pulpito a poppa.

Dovreste avere ottenuto così, il disegno di rettangolo o un trapezio, dove i due lati trasversali estremi verso poppa e verso prua, saranno poi steccati, ed i laterali invece messi in tensione dagli ancoraggi.

Per maggiori info e precisazioni vi invitiamo a chiamarci direttamente in sede a Venaria Reale

 

 

 

 

 

 

 

Contattateci senza impegno per un preventivo gratuito

 

Accessori tecnici - Galleria fotografica Schede tecniche dei materiali
Come rilevare le misure
Personalizzazioni Catalogo accessori BGV Torino snc
Listino prezzi al pubblico